A SENNORI ADOTTATE DUE CAVALLINE DELL’ASINARA

Sono diventate le mascotte di Sennori, Terra e Diana, due cavalline dell’Asinara, adottate nei giorni scorsi dall’Amministrazione comunale.

Il Sindaco Nicola Sassu, ha risposto all’appello lanciato dal Parco nazionale dove l’eccessiva presenza all’interno dell’isola ha richiesto uno sfoltimento.

Le due cavalle hanno meno di 3 anni, e sono state rilasciate nella vallata di Sa Conza Ezza, un sito che si trova al centro del paese, dove si trova in totale abbandono. 

Il primo cittadino spiega: “Ci fu un progetto per riqualificare la zona che però è fallito, noi vogliamo riprovarci, anche per censire alcune specie rare di piante e uccelli che sono presenti”, prosegue il Sindaco: “Ora è tutto ricoperto da piante infestanti e rovi, ma contiamo di recuperare la zona per farne un grande parco naturalistico con percorsi e spazi dedicati alla lettura».

Sullo stesso sito è in fase di programmazione un progetto da 400.000 euro, grazie a un finanziamento della Rete metropolitana, fondi destinati soprattutto per pulire l’area e cercare di collegarla al maneggio incompiuto che si trova a monte.

L’arrivo delle due cavalline, di cui si è occupata l’assessora alla Cultura Elena Cornalis, rappresenta anche la possibilità di un risvolto sociale di non poco conto, con l’obiettivo di avviare un progetto ippoterapia dedicato ai bambini autistici. «L’obiettivo – chiude Sassu – è avviare un progetto di ippoterapia dedicato principalmente

La popolazione si è resa disponibile per sorvegliare e dare da mangiare alle puledre, oltretutto l’area è controllata con una serie di telecamere che, grazie ai barracelli tiene d’occhio tutta la vallata. 

Redazione Anglona Life

Author: ANGLONALIFE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *